Parti di Lugano scottano, ma si possono raffreddare

CORRIERE DEL TICINO / Città mappata con termocamere: in viale Cattaneo una sera d’agosto alle sette c’erano oltre quaranta gradi, sotto gli alberi a pochi metri una decina in meno – Si studiano possibili soluzioni dai giochi d’acqua a vele, resine e tetti verdi

(…) Un’altra proposta per combattere le isole di calore riguarda i piazzali privati, specie quelli pavimentati con asfalto o pietra: l’idea è di convincere i proprietari a ripitturarli con vernici riflettenti o con speciali resine, affinché diminuisca il calore trattenuto.

2 thoughts on “Parti di Lugano scottano, ma si possono raffreddare

Rispondi