Per una società rinnovabile il Cantone raddoppia gli sforzi

CORRIERE DEL TICINO / Il Dipartimento del territorio ha presentato il «Pacchetto ambiente»: gli incentivi passano a 50 milioni per il periodo 2021-2025 – Le nuove abitazioni dovranno, in parte, dotarsi del fotovoltaico per l’energia elettrica – De-Stefani: «Indotto importante per l’economia cantonale»

L’obiettivo è noto: raggiungere una società al cento per cento rinnovabile, possibilmente entro il 2050. La strada da percorrere è dunque ancora lunga, ma malgrado la via intrapresa sia quella giusta, il Governo intende intensificare gli sforzi (finanziari e non) per accelerare la svolta energetica nel nostro cantone. È questa, in estrema sintesi, la premessa dei tre messaggi approvati dal Consiglio di Stato negli scorsi giorni e presentati ieri alla stampa dal Dipartimento del territorio.

Più nel dettaglio, gli strumenti tramite i quali il Governo vuole dare una spinta ecologica al cantone sono tre: l’aggiornamento della legge cantonale sull’energia (Len); il rinnovo del fondo per le energie rinnovabili (FER); e infine un credito quadro di 50 milioni per gli incentivi cantonali, che verranno essenzialmente raddoppiati per i cittadini che sceglieranno l’energia pulita.

Rispondi