Il virus e la decrescita

RSI LA1 / In questi giorni sono 3 miliardi le persone confinate in casa, le attività economiche sono fortemente rallentate, come i viaggi e i consumi. Una situazione che per certi versi sembra un po’ la decrescita economica di cui parlano ecologisti e no global. Jonas Marti ne ha parlato proprio con il teorico e principale ispiratore della decrescita felice, l’economista francese Serge Latouche [autore per esempio di La scommessa della decrescita], pure lui confinato in casa.

Dobbiamo imparare che il nostro sistema che sembra potente e indistruttibile, è di una fragilità incredibile, basta un piccolo virus per cambiare tutto.

Rispondi