Corni di rinoceronte finti per contrastare il bracconaggio

LIFEGATE / Gli scienziati stanno pianificando di inondare il mercato nero con riproduzioni realistiche nel tentativo di ridurre il bracconaggio.

I rinoceronti vengono abbattuti ad un ritmo insostenibile e, secondo l’associazione Save the rhino, in meno di 30 anni potrebbero estinguersi in natura. Nel 2018, solo in Sudafrica, 769 rinoceronti sono stati ammazzati dai bracconieri. Questi enormi erbivori sono vittime di una caccia spietata per via del corno, che ha raggiunto cifre esorbitanti.

Per evitare la drammatica scomparsa di queste creature antiche e carismatiche, gli scienziati hanno finora tentato diverse soluzioni. Dall’installazione di gps nei corni degli animali, al ricollocamento in zone più sicure (perfino in un altro continente), all’impiego di vere e proprie guardie del corpo, fino al taglio del corno. A queste si potrebbe presto aggiungere una nuova e originale strategia, attualmente al vaglio degli scienziati, che prevede di inondare il mercato nero con riproduzioni realistiche di corni di rinoceronte.

Rispondi